Cerca nel blog

mercoledì 28 ottobre 2009

Ultreya! Suseya!

Non spaventatevi. A qualcuno non risulterà nuovo questo saluto, qualcun’altro invece ne avrà fatto molto uso... in una determinata esperienza.

“Ultreya! Suseya!” è l’incoraggiamento per antonomasia che i pellegrini in direzione a Santiago si scambiano a vicenda, è un incoraggiamento a proseguire, ad andare avanti per giungere finalmente alla metà, senza perdersi d’animo.

Bene cari lettori,

mi sono sentita un pò pellegrina senza meta, da quando ha chiuso un blog.
Un blog che parlava di Spagna, un punto di riferimento sull’attualità e sulla cultura spagnola.

Voglio continuare a tenere tutto questo vivo, dando una bella pacca sulla spalla a questo neo-nato blog, lasciandolo con il nostro saluto “pellegrino”.

Volete che vi dica ancora una cosa?
Io della Spagna sono innamorata da tempo. E’ una fiammella sempre viva in me, che sboccia in un grande fuoco artificiale ogni qual volta legge un suo riferimento, ogni qual volta la “sente parlare” attraverso note di melodie spagnole e rumori di tacchi che battono sui vecchi assi di legno di una soffitta, in qualche povero barrio.

Sono pronta a condividere con voi quel che so della Spagna.

A proporvi musica, ad aggiornarvi su Madrid e dintorni.
Vi consiglierò libri, riporterò qualche articolo tratto dal giornale nazionale Il Paìs (quanto basta per essere sempre aggiornati sulle vicende politiche e d’attualità della penisola iberica) , parleremo di ricette ispaniche e vedremo di saperne di più sulle bellezze che la nostra Spagna ha da farci conoscere.


A presto!

2 commenti:

  1. bravo ali! molto bello testo! complimenti per il tuo bello e nuovo blog!

    RispondiElimina
  2. Il primo commento ricevuto :') grazie manu bello!

    RispondiElimina