Cerca nel blog

martedì 10 novembre 2009

09 novembre - Fiesta de la Almudena

Ieri 9 novembre a Madrid veniva festeggiata la Virgen de la Almudena, patrona della città e delle sue diocesi.

Ho visitato la Catedral de la Almudena (situata in pieno centro storico, non lontana dal Palazzo Reale) proprio quest'estate e, neanche a dirlo, ne sono rimasta incantata. Qualcuno afferma che l'accozzaglia di stili che essa possiede è un vero obrobrio architettonico, ma io ho trovato che niente stoni e che la cattedrale presenti a suo modo una struttura nuova, differente dalla classica chiesa di Sant'Isidro: il romanico della cripta si contrappone piacevolmente allo stile gotico degli interni, alternati tra marmi bianchi e mosaici colorati.

Ma veniamo alla storia...
La cattedrale ha vissuto un vero e proprio travaglio.
Da sempre si ritenne doveroso ed indispensabile erigere un luogo di culto per la città di Madrid; un documento del 1567 ci testimonia che Re Filippo II decise di costruire prima una delle più grandi biblioteche ancor'oggi esistenti, l'Escorial, e di edificare una cattedrale nella sua città natale, Valladolid. Con Filippo III la necessità si fece nuovamente presente, anche e soprattutto perchè Madrid ridivenne capitale sotto il suo regno.
Purtroppo ad opporsi non erano i cittadini, ma gli arcivescovi di Toledo, i quali temevano una perdita di potere come conseguente spostamento della sede vescovile e un'inevitabile sottomissione al Re. Fu così che per tutto il 1500 i re Cattolici rimandarono la proposta di erigere la Cattedrale, almeno fino all'anno 1624, anno in cui Filippo IV e sua moglie Isabella dei Borbone desiderarono di realizzarla nel luogo dove sorgeva la Chiesa di Santa Maria de la Almudena, come ringraziamento per il bambino che Isabella portava in grembo.

I lavori inizarono nel 1883, e terminarono nel 1983.
Ed è proprio per questo motivo che la chiesa ha al suo interno una grande presenza di stili (compreso quello arabo, in quanto la cattedrale venne edificata proprio sopra un'antica moschea costruita dai mori durante la loro dominazione): all'entrata è evidente lo stile classico attraverso la cripta romanica, mentre l'interno adotta lo stile gotico con guglie e pietra bianca. Non c'è solo la pietra bianca a decorare l'interno della cattedrale, ma ci sono anche numerosi mosaici a vivacizzare le volte delle cupole. Al termine di una lunga navata, asse centrale della croce latina, brilla l'altare centrale tinto di verde.



Ultima cosa: Almudena, mi sono sempre chiesta cosa mai volesse dire.
E' di origine araba e proviene dalla parola al-mudayna, diminutivo di al-medina e che significa ''la città''. Si dice che i sacerdoti e i frati inventassero scoperte miracolose di immagini in posti insospettabili, col fine di fomentare il culto cristiano laddove non era ancora diffuso; pare dunque che a Madrid il posto prescelto fu la ''ciudadela'', la cittadina, la almudena, che stava proprio attorno al Palazzo Reale.



Indirizzo:
C/ Bailén s/n
28013 Madrid
Telefono:+34(91)5422200

Nessun commento:

Posta un commento