Cerca nel blog

lunedì 28 dicembre 2009

El verdugo - Josè Luìs Berlanga

Le recensioni lo reputano uno dei miglior film di Berlanga e per molti, uno dei migliori film del cinema spagnolo. Da una parte è un manifesto contro la pena di morte e dall'altra è il tentativo di dare una veste ironica alle contraddizioni della Spagna franchista, in pieno regime (El verdugo è del 1963)

Josè Isbert (el verdugo) mi ha fatto morire dal ridere e Nino Manfredi con Emma Penella non avrebbero potuto recitare in modo migliore (quanto entusiasmo in questi film in bianco e nero rispetto a qualcuno di attuale...) : mi è piaciuto, non tanto quanto Crìa cuervos o El espiritu de la colmena, però molto simpatico.

La trama è sempicissima, quasi banale (chiaramente, è doveroso soffermarsi sulla metafora e sui messaggi nascosti del film) : Amedeo, il " boia " dell' Udienza di Madrid (ma poi si può tradurre boia? insomma, colui che da il colpo di grazia ai condannati a morte, questo é) conosce Josè Luis, un impiegato di pompe funebri che va a " raccogliere " il carcerato che Amedeo finisce di giustiziare. Josè Luis non trova una fidanzata perchè tutte le ragazze fuggono quando vengono a conoscenza del suo lavoro... la figlia di Amedeo, Carmen, ha più o meno lo stesso problema, in quanto tutti i ragazzi fuggono al sapere che suo padre è proprio il " verdugo" . Carmen, furba, acciuffa Josè Luis rimanendo incinta.

Il patronato concede ad Amadeo un appartamento in quanto è funzionario statale, ma lo perde presto perchè al momento della consegna egli risulterà già pensionato. Carmen e suo padre corrompono Josè Luis affinchè accetti l'incarico di boia, perchè solo così l'appartamento sarebbe rimasto a loro. Chiaramente, lo rassicurano dicendogli che non avrebbe dovuto ammazzare nessuno... quando arriva il primo ordine di esecuzione, Josè Luis pieno d'orrore vuole dimettersi anche se questo significherebbe perdere l'appartamento. Amadeo e Carmen lo costringono ad aspettare senza dimettersi, e fortunatamente il giustiziato si ammala e muore solo.
Alla fine la scena memorabile vede Josè Luis trascinato per la sala di condanna, come se lui fosse il condannato e non il verdugo.

:)


IMDB: 8.1!

Nessun commento:

Posta un commento