Cerca nel blog

sabato 23 gennaio 2010

Calle Mayor - Juan Antonio Bardem

Altro film che non si può non vedere se si vuol parlare di cinematografia spagnola: Calle Mayor, film in bianco e nero di Juan Antonio Bardem, del '56.

Guardatelo, non certo per divertimento.. infatti la cosa paradossalmente più impressionante del film, è che ti fa abilmente rimanere una tristezza enorme intorno, perchè il regista non poteva esprimere al meglio il dolore di una donna dinanzi ad un uomo che la prende in giro, complice di uno scherzo macabro.
E' di una dolcezza estrema l'ingenuità di lei quanto lo è la brutalità di lui... poche persone e una sola grande protagonista, la Calle Mayor (dove si svolgono la maggior parte delle scene) .

Vi racconto un pò di cosa parla, poi chi vuole vada a vederselo (anche se, lo ammetto, è bello gustarselo in lingua... di sicuro doppiato non ha più quel qualcosa di particolare. un pò come i nostri film in bianco e nero di Sordi... doppiati, danno quel particolare senso alla trama? quasi la impoveriscono...) : bene, ci troviamo in una cittadina spagnola (il regista non cita il nome a quanto ricordo) e per scommessa con alcuni amici, tutti distrutti da una noia mortale, il giovane sfaticato Juan si finge innamorato di una zitella.
Trama semplicissima, come il film, che alla fine è un'amarissima commedia sulla noia e sull'ipocrisia della provincia nel contesto della società spagnola franchista.

Brillanti i protagonisti, Betsy Blair (Isabel) e Josè Suarez (Juan).



IMDB: 8.

Nessun commento:

Posta un commento