Cerca nel blog

sabato 30 gennaio 2010

Casa, dolce casa... spagnola!

La casa è il posto più importante dove trascorrere del tempo con la famiglia ed è proprio qui che spendiamo la maggior parte delle nostre ore. I principali problemi degli spagnoli al momento di costruire la propria casa sono proprio la mancanza di spazio e luce, l'eccesso di rumori e di persone, l'incorporazione della tecnologia e l'eterna questione dei bambini... ma trattiamo questi problemi punto per punto!

1. la casa è il territorio della pigrizia, anche se la pigrizia è selettiva. Generalmente gli spagnoli possono convivere anni e anni con una lampadina rotta che dondola attaccata ad una lampada, ma difficilmente possono rimanere senza acqua, senza televisione... almeno fino a che non intervenga il tecnico a riparare il tutto (anche se poi... per chi non è così? )
2. il problema nazionale è proprio la mancanza di spazio. Le città spagnole sono dense e i suoi centri urbani sono piuttosto ampi, anche se gli appartamenti sono veramente molto piccoli. Il consiglio per tentare di espandere di più quello che è il ristretto spazio dell'appartamento, è quello di volgerlo al " classico ", ossia togliere le cianfrusaglie dal mezzo, gestire lo spazio " alla giapponese ", fare delle stanze luoghi dove dormire-studiare allo stesso tempo, dove mangiare o riunirsi e utilizzare la sala come zona per i bimbi accentrando lì giochi e oggetti vari.
3. in piccoli appartamenti, anche convivere con tre persone diventa difficile: file per il bagno, rumori, ... i bimbi sono l'allegria di casa, ma è anche vero che proprio loro sono i responsabili del disordine!
4. la Spagna è uno dei paesi europei che possiede la maggior quantità di piccoli elettrodomestici in casa. Altro problema dunque: la caccia di posti ove poterli collocare.

( ...tratto da un articolo di un giornalista spagnolo in El Pais, nel quale racconta dei principali problemi spagnoli per quanto riguarda la casa. )

Nessun commento:

Posta un commento