Cerca nel blog

lunedì 18 gennaio 2010

El dìa del cerdo (sì, sempre di maiale si tratta!!)

Anche molti paesi dell'Euskadi celebrarono nella giornata di ieri la "fiesta de San Antòn", e ancor di più venne festeggiata a Vitoria, capoluogo di Alava, provincia autonoma dei Paesi Baschi.
La manifestazione tradizionale da più di due secoli tornò a rivivere sotto la nuova legge, la quale vieta l'uccisione del maiale mettendo invece in premio prodotti di "gorrino ibèrico" dal valore di 600 euro (più altri succulenti premi come viaggi e biglietti-
premio particolari)
. La benedizione del maiale avviene ugualmente, ma perlomeno le risparmiano " la pelle " (la benedizione ebbe luogo nella parrocchia di San Pedro, tradizione che si protrae dal 1782, anno in cui si organizzò la prima lotteria al fine di raccogliere fondi per l'attuale ospizio di San Prudencio, oggi appunto residenza per anziani).

San Antòn è anche una festa sentitissima dai bimbi, che possono tentare di vincere premi diversi dai prodotti suini. Nella serata di ieri si alternarono attività ludiche e particolare successo ebbe lo stand di cioccolata e torta, che radunava tutti i bambini dopo i giochi del pomeriggio.

Inoltre, dal '95 si celebra la lotteria che mette in palio agli studenti della città . I due maialini da 60 kili l'uno sono realizzati dalla pasticceria Nalda e quest'anno sono proprio i simboli del folklore tradizionale

Nessun commento:

Posta un commento