Cerca nel blog

mercoledì 20 gennaio 2010

Sistema scolastico in Spagna e... nuove proposte

Al momento gli spagnoli dai 13 ai 16 devono frequentare l' Eso (Educaciòn secundaria obligatoria) .

Facendo un breve passo indietro, nel 1970 l'obbligatorietà scolastica venne portata a 14 anni (ai quali seguivano o un liceo comprensivo (bachillerato) oppure la formazione professionale) e solo nel 1985 la scuola divenne obbligatoria e gratuita fino a 16 anni.
Ora il PP (Partido Popular) propone di eliminare un anno nella durata della scuola dell'obbligo; ciò significherebbe che gli alunni potrebbero interrompere già a 15 anni l'insegnamento generale ed entrare così a 16 anni in un istituto professionale.

Dal mio punto di vista, par quasi che la Spagna voglia in fretta "gettare" i suoi studenti nel mondo delle professioni, nella società lavorativa, il che è una cosa buonissima, risparmiano tempo e se questa legge viene approvata... allora chi ha ben chiaro di voler scegliere la strada del lavoro ha il diritto di farlo con un anno in anticipo rispetto agli altri. Oltretutto, il "collegio" in Spagna dovrebbe impegnare uno studente fino ai 18 anni (sempre che non perda qualche anno indietro :P ) e non fino ai 19 come noi... entrano all'università prima, escono un anno prima.


Ma facciamo un pò un "sunto" riguardo al sistema scolastico spagnolo, partendo dagli 0 anni :-)

L' educazione infantile (l'unione del nostro asilo-nido + asilo normale) riguarda i bambini dagli 0 ai 6 anni ed è suddivisa in due cicli: 0/3 anni il primo e 3/6 anni il secondo.

Segue poi l' educazione primaria (le nostre elementari) , che impegna i bimbi dai 6 ai 12 anni.

Infine l'ESO, l'educazione secondaria (chiaramente, obbligatoria) dai 12 ai 16 anni, nei due cicli 12/14 e 14/16.
Le materie di studio dei primi due anni sono: Scienze della natura, Educazione fisica, Arti plastiche, Geografia e Storia, Lingua spagnola e Letteratura, eventuale Lingua e Letteratura della Comunità autonoma, Lingua straniera, Matematica, Tecnologia, Musica (solo il 1° anno), Società Cultura e Religione (Scienze sociali) .
Nel terzo e nel quarto anno, invece, gli insegnanti si organizzaranno con le materie in base a determinati itinerari di formazione:
terzo anno:
Itinerario tecnologico
Itinerario scientifico umanistico
quarto anno:
Itinerario tecnologico
Itinerario scientifico
Itinerario umanistico

Dopo l'ESO, armato di Diploma, lo studente spagnolo può scegliere di continuare a studiare seguendo l'ultima tappa della scuola secondaria fino ai 18 anni, ottendendo quello per noi è il diploma di maturità, ossia il titolo di BACHILLER (bachillerato) ; può in alternativa ottenere il Grado medio di formazione professionale specifica (dai 16 ai 18 anni, ottenendo così il titolo di Tecnico) , il Grado medio di formazione in arti plastiche e disegno (raggiungendo sempre il titolo di Tecnico) o entrare subito nel mondo del lavoro.

Il Bachillerato propone quattro differenti itinerari:
- Arti
- Scienze della natura e della salute
- Umanistica e scienze sociali
- Tecnologia


All'università si accede dopo aver conseguito il Bachillerato, il Grado Superiore di Formazione professionale specifica (a quest'ultimo si accede dopo il normale ciclo formativo del Grado medio di formazione professionale specifica, conseguendo il titolo di Tecnico Superiore) o il Grado Superiore di formazione in arti plastiche e disegno (con quest'ultimo si accede alla normale università o al Diploma universitario di esperto in conservazione e restauro dei beni culturali, disegno, ceramica e vetro).


2 commenti:

  1. ciao! mi puoi dire dove hai trovato queste info??? grazieee :-)))

    RispondiElimina
  2. spulciando qua e là in rete!
    per avere info più dettagliate suppongo ci si debba rivolgere ad uno spagnolo ben informato..

    intanto, queste son le linee generiche :P

    RispondiElimina