Cerca nel blog

mercoledì 24 febbraio 2010

In Andalusìa prossima la legge sulla morte degna e indolore

Nel 2002 la Spagna promulgò una legge che riconosceva validità ed efficacia giuridica alle decisioni che prendesse il soggetto malato, il paziente, in merito ai trattamenti sanitari ai quali intendesse sottoporsi o rifiutare; ovviamente però tale decisione può essere assunta solo dopo che il medico abbia fornito al paziente informazioni complete ed adeguate a riguardo.

La legge sulla " morte degna e indolore" che il parlamento andaluso approverà a breve , permetterà che i pazienti con infermità degenerative, in stato vegetativo e in avanzato Alzheimer, possano rinunciare l'accanimento terapeutico. Il testo parlerà specificamente di casi di persone con infermità gravi irreversibili, come richiesto dall'associazione Diritto a Morire Degnamente (DMD). La legge sarà vincolante per tutti i centri medici e inclusi quelli religiosi, senza mettere in dubbio alcuna scelta e richiesta.

"L'approvazione della legge è una stupenda opportunità per dimostrare che la servitù alle gerarchie ecclesiastiche è parte del passato, promulgando una legge che sviluppa il diritto sociale e del cittadino, come contemplato dallo statuto andaluso".


E io concordo con quest'ultima affermazione.

Nessun commento:

Posta un commento