Cerca nel blog

sabato 20 febbraio 2010

Sono polemiche per il cartone animato anti-corrida

Forte sollevazione tra i sostenitori della corrida nei confronti di un cartone ad episodi ( "Vipo, le avventure del cane volante" ) trasmesso dalla Tve, la televisione pubblica spagnola, nel quale si critica apertamente la "Fiesta nacional" per eccellenza.
Il cartone in questione vede Vipo, un cane volante, accompagnato da una gatta e da una cicogna, accorrere in aiuto di Billy, un toro mansueto e refrattario alla cruenta battaglia contro il matador.

Dall'altra parte il torero Fernando assapora già il sicuro trionfo, mentre i banderilleros cercano di accecare il toro lanciandogli sabbia negli occhi, per confonderlo. I tre amici si schierano con lui. Billy oltretutto non vuole fare male al matador, nonostante lui lo stia provocando, in quanto è un toro molto pacifico. Vipo, il cane volante e la gatta Betty riescono a far fuggire il toro dall’arena.

Il finale presenta la scena in cui il toro Billy arriva finalmente in campagna e a sua volta è raggiunto da una mucca innamorata. Vipo conclude così dicendo: «Ora sarai libero – commenta rivolto a Billy -, non ti ritroverai mai più in pericolo».

L’ambiente più tradizionalista rimprovera a TVE di non trasmettere più da quasi quattro anni le corride, per rispetto delle fasce orarie protette. Per gli imprenditori che gestiscono le costose «plazas de toros», già poco frequentate dai giovani, non c’è peggior scenario di una nuova generazione allevata da paladini televisivi dei diritti dei tori.


( fonti tratte in parte da: Il corriere della sera )

Nessun commento:

Posta un commento