Cerca nel blog

giovedì 29 aprile 2010

Buon compleanno Penèlope!

In ritardo di un giorno ma necessario a mettere a posto la mia coscenza,... ieri ha compiuto gli anni la mia attrice preferita, Penèlope Cruz.

Nasce ad Alcobendas (nella comunità di Madrid, solo spostata un pò più in alto!) il 28 aprile (anche lei un toro :-D...) del1974, figlia di Eduardo Cruz (commerciante) e Encarna Sánchez (parrucchiera), con Jamòn jamòn (Bigas Luna, 1992) fa la sua prima apparizione nel cinema. Tra un film e l'altro, continua a studiare teatro nella scuola di arte drammatica di Cristina Rota (studierà anche a New York e a Londra). Nel 1997 incontra Pedro Almodóvar che la sceglie per una piccola parte in Carne tremula (con la Sandrelli e la Neri,.. sarà che detesto la Neri, il film non mi è piaciuto per niente....); nello stesso anno è in Abre los ojos di Alejandro Amenábar (da vedere). Il film che le ha dato il successo e la fama è Todo sobre mi madre, sempre di Almodóvar (fa la parte della suora)

Inizia a lavorare anche in America, interpretando Blow con Johnny Depp e il remake statunitense di Apri gli occhi, Vanilla Sky. Nel 2004 Sergio Castellitto la dirige in Non ti muovere, con cui si guadagna il David di Donatello per la migliore attrice protagonista.

L'interpretazione di Raimunda nel film Volver di Almodóvar le vale la prima candidatura all'Oscar per la categoria Miglior attrice protagonista nel 2007.
Nel 2008, sotto la regia di Woody Allen, interpreta Vicky Cristina Barcelona, con il quale vince l'Oscar alla miglior attrice non protagonista.


Insieme a Carmen Maura e Marisa Paredes, è una delle tre muse di Pedro Almodovar.

Adoro Penèlope, il modo in cui recita e il carattere riservato che la caratterizza. Per me è assolutamente un mito indiscusso :-) (oltre che ad essere tanto tanto bella da invidia... qualche settimana fa ho visto le espadrillas alte che indossa in Volver, ragazzi non ho potuto resistere alla tentazione e le ho prese..)

Dice Pedro su di lei: "È un'attrice viscerale con un forte senso dell'umorismo, una grande forza interiore insieme con una vulnerabilità infantile che la rende speciale. Io e Penelope siamo una coppia felice, la nostra relazione si basa su due cose: la verità e la mancanza di sesso. Sono una persona sincera e a Pelelope dico sempre la verità perché lei ha una tendenza paranoica e mi chiede ossessivamente di dirle la verità, grazie a me la sua paranoia non si è trasformata in una patologia psicotica. "




Vi lascio qui sotto la sua interminabile filmografia:

* Prosciutto, prosciutto (Jamón, jamón), regia di Bigas Luna (1992)
* Framed, regia di Geoffrey Sax – film TV (1992)
* Belle époque (Belle époque), regia di Fernando Trueba (1992)
* Per amore, solo per amore, regia di Giovanni Veronesi (1993)
* Il labirinto greco (El laberinto griego), regia di Rafael Alcázar (1993)
* La ribelle, regia di Aurelio Grimaldi (1993)
* Alegre ma non troppo, regia di Fernando Colomo (1994)
* Tutto è bugia (Todo es mentira), regia di Álvaro Fernández Armero (1994)
* Entre rojas, regia di Álvaro Fernández Armero (1995)
* Brujas, regia di Álvaro Fernández Armero (1996)
* La Celestina, regia di Gerardo Vera (1996)
* Más que amor, frenesí, regia di Alfonso Albacete, Miguel Bardem e David Menkes (1996)
* L'amore nuoce gravemente alla salute (El amor perjudica seriamente la salud), regia di Manuel Gómez Pereira (1996)
* La legge della giungla (Et hjørne af paradis), regia di Peter Ringgaard (1997)
* Carne tremula (Carne trémula), regia di Pedro Almodóvar (1997)
* Apri gli occhi (Abre los ojos), regia di Alejandro Amenábar (1997)
* Don Juan (Don Juan), regia di Jacques Weber (1998)
* Due volte ieri (The Man with Rain in His Shoes), regia di María Ripoll (1998)
* La voce degli angeli (Talk of Angels), regia di Nick Hamm (1998)
* La niña dei tuoi sogni (La niña de tus ojos), regia di Fernando Trueba (1998)
* Hi-Lo Country (The Hi-Lo Country), regia di Stephen Frears (1998)
* Tutto su mia madre (Todo sobre mi madre), regia di Pedro Almodóvar (1999)
* Volavérunt (Volavérunt), regia di Bigas Luna (1999)
* Per incanto o per delizia (Woman on Top), regia di Fina Torres (2000)
* Passione ribelle (All the Pretty Horses), regia di Billy Bob Thornton (2000)
* Blow (Blow), regia di Ted Demme (2001)
* Il mandolino del capitano Corelli (Captain Corelli's Mandolin), regia di John Madden (2001)
* Nessuna notizia da Dio (Sin noticias de Dios), regia di Agustín Díaz Yanes (2001)
* Vanilla Sky (Vanilla Sky), regia di Cameron Crowe (2001)
* Amici di... letti (Waking Up in Reno), regia di Jordan Brady (2002)
* Masked and Anonymous (Masked and Anonymous), regia di Larry Charles (2003)
* Il tulipano d'oro (Fanfan la Tulipe), regia di Gérard Krawczyk (2003)
* Gothika (Gothika), regia di Mathieu Kassovitz (2003)
* Non ti muovere, regia di Sergio Castellitto (2004)
* Gioco di donna (Head in the Clouds), regia di John Duigan (2004)
* Un amore sotto l'albero (Noel), regia di Chazz Palminteri (2004)
* Sahara (Sahara), regia di Breck Eisner (2005)
* Chromophobia (Chromophobia), regia di Martha Fiennes (2005)
* Bandidas (Bandidas), regia di Joachim Rønning ed Espen Sandberg (2006)
* Volver (Volver), regia di Pedro Almodóvar (2006)
* The Good Night, regia di Jake Paltrow (2007)
* Manolete - Fra mito e passione (Manolete), regia di Menno Meyjes (2007)
* Lezioni d'amore (Elegy), regia di Isabel Coixet (2008)
* Vicky Cristina Barcelona (Vicky Cristina Barcelona), regia di Woody Allen (2008)
* Gli abbracci spezzati (Los abrazos rotos), regia di Pedro Almodóvar (2009)
* Nine (Nine), regia di Rob Marshall (2009)
* Pirati dei Caraibi 4

Nessun commento:

Posta un commento