Cerca nel blog

lunedì 16 luglio 2012

Bendita la luz por encontrarnos! - Manà, 7 julio 2012-

E' questa la storia di un incontro. Incontro che prende il via in un imbrunire fiabesco, misterioso.. in un tramonto arancio, a rendere ancora più smaglianti le insegne enormi e colorate del Festival cui prendiamo parte. Cuori caldi come fiammelle a popolare una piazza ancora mezza vuota: tappeto la cui trama in breve diventa pluricolore. Visi, bandiere, urla, grida e mani.
Mani al cielo, che arde, arde in quel plateale crepuscolo.

La sensazione è quella di respirare a fondo per la prima volta, di risalire a galla e rivedere la luce. L'incontro con l'aria, con la leggerezza dell'universo che lì si manifesta in tutto il suo accecante bagliore.
Nasce così un sentimento nuovo: uno sciogliersi di catene, dal dramma all'immensa luce rossa.

Di come la musica riesca a far sempre il suo dovere, non me lo so spiegare. Quel palco così ridotto e così intimo viene illuminato da effimeri scatti fulminei. Un'immagine riporta tuoni, violenti tuoni ad infrangere quelle rapide luci bianche.
La notte scende, sufficientemente poco tersa da nascondere milioni e milioni di stelle. D'altronde, le stelle siamo noi, quelle fiammelle accese che prima citavo.
Oltretutto, quei tuoni digitali riproducono un'apocalipse now che soverchia ogni equilibrio.
Gli astri più grandi appaiono subito dopo, ad intonare le note dell'anima, quelle che ti ipnotizzano, che ti entrano dentro, che non riesci più ad abbandonare.
L'esplosione avviene in modo puro, totale..un tripudio di note, rock, sudore, lacrime. E poi di sorrisi, di abbracci, di baci.. di scatti, fotografie, video.. di luci, di sguardi.

Sostanzialmente, Manà.

Ogni brano ripercorre pezzi di vita, di gioie, di dolori. Frammenti di vita.
Lì, concepisco tutto il significato di quel titolo "Drama y luz". Lì, assaporo la forza della vita, dell'amore, la forza che subentra dopo aver "saltato via" un enorme e profondo burrone che minacciava di chiudertici dentro.
Ogni verso intonato è un battito di ali, per far volare quella paloma sempre più in alto. Libera e pronta a ricominciare, a risorgere...a rinascere. Sarà che "Rinascita" è anche il titolo di una mia vecchissima poesia. Banale, ma sentita nel profondo. ..e così mi sento io, in quel determinato posto: rinata. Uno spirito che mi lascia completamente abbacinata, atterrita, spaventata... todo cambiò por completo.

Capisco di aver aspettato tanto per vederLi.
Capisco che il loro avvento qui, in questa data, in questo posto e in questo anno, non è una casualità ma un destino. Corrisponde ad una svolta nella mia vita, in me.


La svolta, in ogni piccolo o grande senso, avviene in ogni Mana-tico. I miei amici di battute, di passioni, di sogni... questa sera ci incastriamo come tasselli di un immenso puzzle. Notevoli gli sguardi capaci di leggerci dentro, sebbene molti di noi non si fossero ancora
mai
visti.

Milioni di volti che non voglio ricordare, ma vivere. Non è una speranza, quella di rivederli tutti, bensì una certezza!
"Ciao Luca, ciao Lore! Ho dimenticato niente, in macchina, vero?" dico, schiacciando il viso al finestrino.
"Sì, una cosa te la sei dimenticata. Aspetta"
Luca apre la porta dell'auto, acchiappa quel cappello che gli ha permesso innumerevoli foto con chiunque ed altrettanti infiniti sguardi... quel cappello che in poche parole lo rende ancor più simile all'astro "Alex Gonzales". Mi mette il cappello in testa, ci salutiamo.
La degna conclusione a tanti degni incontri.
La felicità tangibile.


Mi sovvengono i versi del film che in assoluto preferisco. Li condivido con voi.
Leggeteli e fatene ammenda!

"Nasciamo con una scatola di cerini dentro di noi: non possiamo accenderli da soli, abbiamo bisogno di ossigeno e dell'aiuto di una candela.
L'ossigeno deve provenire, per esempio, dal fiato della persona amata; la candela può essere un tipo qualsiasi di cibo, di musica, di amore, di parola o di suono che faccia scattare il detonatore e accendere in tal modo uno dei fiammiferi.
Per un momento ci sentiremo abbagliati da una intensa emozione..
Si produrrà dentro di noi un piacevole calore che con il passare del tempo si andrà affievolendo, lentamente, finchè non sopraggiungerà una nuova esplosione a ravvivarlo.

Ogni individuo deve scoprire quali sono i detonatori che lo fanno vivere, poichè è la combustione che si produce quando uno di essi si accende a nutrire l'anima.

In altre parole, questa combustione è il nostro nutrimento.
Se non scopriamo in tempo quali sono i nostri detonatori, la scatola di cerini si inumidisce e non potremo mai più accendere un solo fiammifero.
Se questo accade, l anima fugge dal corpo, va errando nelle tenebre più profonde e cerca invano di trovare nutrimento da sola. Non sa che glielo potrebbe dare solo il corpo che ha lasciato solo e pieno di freddo.
Per questo bisogna stare lontani dalle persone che possiedono un fiato gelido.
La loro presenza potrebbe, da sola, spegnere il fuoco più intenso, con il risultato che sappiamo….
Maggior distanza prendiamo da queste persone, più facile sarà proteggerci dal loro soffio.
Ci sono molti modi di fare asciugare una scatola di cerini umida, ma è certo che una soluzione esiste.
Naturalmente bisogna anche fare molta attenzione ad accendere i cerini uno per volta, perchè se per una forte emozione si accendessero tutti insieme, produrrebbero un bagliore così intenso da mostrare più di quanto riusciamo a vedere normalmente: e allora davanti ai nostri occhi un tunnel splendente ci indicherebbe la strada che abbiamo dimenticato al momento della nascita e ci inviterebbe a ritrovare la nostra perduta origine divina.
Quando abbandona il corpo inerte, l'anima desidera far ritorno al luogo da cui è venuta……
Col fosforo dei nostri cerini possiamo scrivere sul muro i nostri segreti: apparirà invisibile a tutti con la luce del giorno…ma una delle proprietà del fosforo è di far brillare di notte ciò che noi scriviamo.

E’ il primo passo verso la libertà e far brillare la nostra anima!"

("Como agua para chocolate", Laura Esquivel)


I Manà come detonatore, come combustibile.
Noi come cerini accesi di vita, di sensazioni.
Bendita sea nuestra Luz..
STAY TUNED!
;-)






Nessun commento:

Posta un commento